Studi

Sono stati effettuati molti studi comparativi sull’enuresi notturna, una malattia molto frequente nei bambini. In Svizzera ogni anno circa 70000 bambini sono affetti da questa malattia.

In sintesi

Gli studi mostrano che il trattamento con l’apparecchio segnalatore (terapia comportamentale) è nettamente più efficace rispetto all’ormone antidiuretico (desmopressina). Inoltre, è anche molto più sicuro (non ha effetti collaterali), conta un numero nettamente inferiore di ricadute dopo la cura e i costi sono molto inferiori.

Se tutti i bambini affetti da enuresi presenti in Svizzera venissero curati con il Pipì-Stop, la sanità risparmierebbe all’incirca 12 milioni di CHF all’anno.

Gli studi riportati in seguito non sono stati finanziati dalla nostra agenzia, pertanto offrono un’opinione totalmente indipendente.

 2010

 

Gruppi di lavoro svizzeri di nefrologia pediatrica: E. Girardin, G. Laube, T.J. Neuhaus, P. Parvex, C. Rudin, G.D. Simonetti, R. von Vigier, A. Wilhelm-Bals e J. Birraux

In un articolo sui disturbi minzionali infantili pubblicato sulla rivista PAEDIATRICA, Vol. 21 No. 5, 2010, i gruppi di lavoro svizzeri di nefrologia pediatrica hanno espresso le proprie raccomandazioni ed evidenziato che le nuove definizioni standardizzate dell’Intenal Children’s Continence Society, pubblicate nel 2006, forniscono una classificazione precisa degli disturbi minzionali infantili, che permette di determinare quali spese e quali coperture devono essere previste per ogni paziente.
Leggi qui i loro consigli (in francese): Troubles mictionnels de l’enfant

2009

Gruppo di esperti francesi: Dott. D. Aubert, Dott. E. Berard, Dott. J.-P. Blanc, Dott. G. Lenoir, Dott. F. Liard e Dott. H. Lottmann

Per valutare il livello scientifico di prova e la validità delle raccomandazioni delle pubblicazioni sull’enuresi notturna primaria isolata, questo gruppo pilota si è basato sulla guida dell’analisi della letteratura e sulla valutazione delle raccomandazioni. Leggi qui i loro consigli: Enurésie nocturne primaire isolée: diagnostic et prise en charge. Recommandations par consensus formalisé d’experts

2003

ANAES, Francia (Agence Nationale d’Accréditation et d’Evaluation en Santé)

Su richiesta della Società di Nefrologia Pediatrica, un gruppo di lavoro ha valutato l’efficacia, la sicurezza e gli aspetti economici dell’utilizzo di sistemi di avviso nel trattamento dell’enuresi notturna primaria monosintomatica infantile e l’accessibilità di questa tecnica rispetto al trattamento con la desmopressina.

Accedi alla tabella comparativa dei trattamenti dell’enuresi

Accedi allo studio completoEvaluation des systèmes d’alarme dans le traitement de l’énurésie nocturne primaire monosymptomatique

2002

Cochrane Review, Oxford

Pubblicazione sull’enuresi notturna: Nocturnal enuresis by Associate Professor Bruce Arroll, Departement of General Practice and Primary Health Care, University of Auckland
Accedi all’articolo e alla tabella comparativa

1979

Ruth Aebersold-Krebs, psicologa specializzata per la psicoterapia FSP e psicologa per l'infanzia e adolescenzia FSP, Berna

Nell’ambito della sua tesi di laurea in psicologia all’Università di Berna (pubblicata nel 1979), la Dott. Aebersold ha confrontato l’apparecchio segnalotore AntiNass di Ersnt Bieri con le apparecchiature recentemente create  grazie alla ricerca scientifica. Constatò che il signor Bieri, attento osservatore e geniale inventore, aveva ottenuto gli stessi risultati della ricerca scientifica successiva. Lodò il suo grande lavoro pionieristico nell’ambito della terapia comportamentale dell’enuresi e richiese, nel suo articolo comparso nella rivista Der Jugendpsychologe nel 1978, il titolo di Dottore honoris causa per Ernst Bieri.

Accedi alla rivista Zeitschrift der Vereinigung Schweizerischer Kinder- und Jugendpsychologen SKJP (VSSE) Der Jugendpsychologe, 1978

La Dott. Aebersold è contattabile

Trattenere l’urina quando la vescica è piena permette di aumentare la capacità della vescica stessa e favorisce la produzione dell’ormone anti-diuretico (ADH). Questo è esattamente ciò che fa il bimbo quando impara a trattenersi utilizzando l’allarme del Pipì-Stop.

Estratto dell’articolo del Dr. Gérard Lenoir, professore universitario e direttore del servizio pediatrico dell’Hôpital Necker-Enfants Malades, Parigi, pubblicato nel libro “Énurésie et troubles mictionnels de l’enfant”, a cura del Prof. Pierre Cochat, Éditions scientifiques et médicales Elsevier, Parigi, 1997:

Traduzione: Sembra […] che, nei bambini che non presentano problematiche, la distensione della vescica durante la notte stimoli la secrezione di ADH, che ha come risultato un’appropriata diminuzione della produzione di urina fino alla mattina presto. Nei bambini enuretici, per via dello svuotamento precoce e involontario della vescica, tale stimolazione della secrezione dell’ADH risulta assente.