Le cause della pipì a letto (enuresi)

Enuresi notturna primaria

Si verifica quando il bambino ha sempre fatto la pipì a letto o  non è riuscito ad evitarlo per più di sei mesi. In questo caso, l'enuresi è generalmente legata al sonno profondo.

L'enuresi notturna è detta "isolata" (enuresi notturna monosintomatica) se non è associata a nessun altro disturbo. Tale sintomo si riferisce all'immaturità del controllo minzionale (minzione = urinare). Questo è il caso più frequente che può essere trattato con la terapia comportamentale tramite l'apparecchio Pipì-Stop (la capacità di trattenere la pipì viene allenata in modo naturale).

Enuresi notturna secondaria

Un cambiamento importante o fattori di stress nella vita di vostro figlio, come ad esempio l'arrivo di un fratellino o una sorellina, una separazione dei genitori, l'inizio della scuola, un trasloco, un lutto o un'altra situazione non abituale (cause psicologiche) possono indurre un regresso, il più delle volte temporaneo. In questo caso si parla di enuresi notturna secondaria. Se non si evidenziano disturbi psicologici associati all'enuresi, non è necessario consultare uno psicologo.

Ma esistono anche altre cause più rare, come ad esempio una vescica piccola o una disfunzione degli sfinteri. Una visita medica permetterà di scartare l'eventualità di un problema anatomico o di un'infezione alle vie urinarie.